Artisti stamperia

Alessia Consiglio

Nasce a Roma il 5 ottobre del 1979. Nel 2004 si diploma all’Accademia di Belle Arti di Roma. Durante gli studi accademici partecipa al progetto “ERASMUS” presso la facoltà di “Belles Artes de Tenerife” (Isole Canarie), traendo notevoli influenze artistiche. In seguito, acquisisce la conoscenza di diverse tecniche grafiche e frequenta, presso il Kaus di Urbino, un corso di stampa per la realizzazione di libri d’artista. Dal 2009 al 2018 fa parte del consiglio direttivo dell’associazione Stamperia del Tevere. Il suo lavoro è caratterizzato da una costante interesse di ricerca e le tecniche grafiche rappresentano la base della sua fase creativa. Nell’ottobre del 2012, ha collaborato con la casa editrice Il Salice” di Locarno (Svizzera), per la realizzazione di un opera destinata ai soci del Club365, inoltre, nel dicembre del 2013, ispirandosi ad un poesia di Federico Federici, crea un’incisione per i “Quaderni della Luna – Passaggi 2013“. Dal 2011 insegna incisione ad adulti, ragazzi e bambini. E’ arteterapeuta e lavora con diverse associazioni come insegnante di laboratorio creativo per i bambini. Vive e lavora a Roma. Ha partecipato a numerose esposizioni sia in Italia che all’estero.

Valeria Gasparrini

Nata nel 1964 a Roma. Dopo una ricca e disordinata formazione professionale: maturità Classica, 16 su 20 esami del corso di  laurea in Lettere, diploma in Illustrazione presso lo IED, diploma in affresco presso l’accademia delle Arti Ornamentali del S. Giacomo di Roma, corso di specializzazione ceramica ad Urbania, apprendistato presso lo studio dello scultore Lino Chianese, scuola libera del nudo presso l’Upter, corso di incisione e stampa presso la Stamperia del Tevere di Roma; lavora come illustratrice pubblicitaria ed editoriale freelance. Attualmente si dedica alla ricerca artistica, partecipando a mostre personali e collettive, disegnando dal vivo su lavagna luminosa e costruendo ed azionando meccanismi pop up nel corso di performances e spettacoli teatrali. Lavora alla realizzazione di libri d’artista, unendo la sua spiccata indole illustrativa alle infinite possibilità espressive delle tecniche incisorie. Ha esposto a Roma, Milano, Bologna, Faenza, Venezia.

Dal 2011 insegna disegno e tecniche della rappresentazione presso la Quasar University di Roma, dal 2014 insegna incisione presso la Stamperia del Tevere ed altri studi d’arte, tiene corsi intensivi di incisione per le università americane nei loro viaggi di studio a Roma. Ha collaborato con l’accademia di Belle Arti di Frosinone. Nel 2017 apre a Torri in Sabina lo Studio d’Arte PecoraNera, spazio dedicato a molteplici forme d’arte, con un occhio di riguardo per la grafica incisa.

www.valeriagasparrini.it  –  www.studiopecoranera.it  –  studio Pecora Nera fb 

Susanna Doccioli

Nasce a Roma nel 1983; studi artistici presso il Liceo artistico e L’Accademia di Belle arti. Si laurea all’I.S.I.A. di Urbino nel 2008 in Grafica editoriale e Comunicazione visiva. Approfondisce la conoscenza delle tecniche incisorie e di stampa presso i laboratori K.a.u.s (Urbino), Bethanien (Berlino) e la Stamperia del Tevere a Roma, storica sede che oggi ospita l’Associazione Stamperia Ripa 69, dove collabora dal 2011 ad oggi. Si occupa di grafica, incisione, stampa, illustrazione, sia artigianale che digitale. Collabora dal 2011 al collettivo Stampelle Press (laboratorio di stampa nomade). Attualmente alterna l’insegnamento delle tecniche di incisione e di stampa, al lavoro di grafica e illustratrice.

I suoi lavori di grafica sono stati esposti in varie rassegne pubbliche e private in Italia e all’estero tra cui: “SO FERN SO NAH” così lontano così vicino collettiva di incisione, scultura e fotografia, alla Galleria Im Burggarten di Rothenburg ob der Tauber (GER), luglio 2018; “IMPRONTE ROMANE” nuove direzioni della stampa, Temple University, Roma, maggio 2018; “International Contemporary Printmaking”, Lussemburgo, aprile 2018.

www.susannadoccioli.it

Marcello Fraietta

Giorgia Pilozzi

Nasce in terra ciociara nel 1985, successivamente alla formazione artistica nel 2004 si trasferisce a Roma per iniziare gli studi presso l’Accademia di Belle Arti, si diploma prima in pittura nel 2010 e poi in grafica d’arte nel 2013; lì infatti nasce il suo particolare interesse per l’incisione e la grafica d’arte iniziando ad esporre in mostre e manifestazioni di carattere grafico. Nell’ambiente romano collabora con diversi laboratori specializzati nella stampa, sia calcografica, che tipografica, nello specifico con la “Stamperia del Tevere”, il collettivo nomade “Stampelle Press” (stampa e serigrafia) e dal dicembre 2018 presso la stamperia “Ripa69” di cui è membro attivo. Più recentemente si affaccia con particolare interesse anche nel mondo dell’illustrazione e del disegno digitale. La sua ricerca artistica si focalizza sulla figura animale, che ricorre in tutte le sue opere, fino a diventare un linguaggio che le permette di illustrare, narrare e percorrere luoghi e figure, verso i limiti del mondo possibile, in bilico tra pensiero razionale e puro istinto.

Luisa Baciarlini

Luisa Baciarlini nasce a Roma nel 1956. Fondamentale, nello sviluppo del suo linguaggio, è l’incontro col Maestro Guido Strazza, mentore e prezioso interlocutore. Dopo gli studi artistici, la sua curiosità e versatilità la portano ad aprirsi a una notevole varietà di tecniche e sperimentazioni (pittura, ceramica, vetrata artistica, etc). Dal 1994 al 2003 frequenta la scuola di pittura steineriana presso la Società Antroposofica di Roma. Durante questo lungo percorso la sua arte si libera man mano dell’elemento figurativo fino a raggiungere una sintesi compositiva che ha come protagonista il segno, elemento che diviene il fulcro della sua poetica e che la porterà in modo naturale ad avvicinarsi all’incisione. Nell’anno accademico 1996-97 segue il corso “Iconografia, Iconologia e Scrittura” presso il Pontificio Ateneo di Sant’Anselmo. Nel 2005 si diploma in fotografia nel corso triennale della Scuola Scienza e Tecnica. La passione per la camera oscura la condurrà a sperimentare fino ad approdare al mondo della off-camera, trovando un suo personale linguaggio con l’Emulsiografia (termine da lei coniato). Negli anni 2010-2011 frequenta i corsi di antiche tecniche di stampa presso Officine Fotografiche. Dal 2008 approfondisce le sue conoscenze sulle tecniche incisorie presso la Stamperia del Tevere, oggi Stamperia Ripa 69. Nel 2011 partecipa al laboratorio di incisione tenuto all’Accademia San Luca dal Maestro Guido Strazza. Nel 2016 è vincitrice, nel settore della grafica, del concorso “Oltre i libri” indetto dalla storica Biblioteca L’Angelica di Roma. Ha esposte in numerose mostre personali e collettive.

Elio Mazzali

Se quanto stai facendo ti consuma, è il momento di cambiare e vivere facendo ciò che ami.  (E.B.)

Elio G. Mazzali (1959). Dopo la Maturità Classica e il biennio di Ingegneria approda nell’universo Multinazionale del lavoro, terreno ricco di pane, avaro di altro. Coltiva come autodidatta interessi per le arti Musive con tessere lapidee e dal 2005 frequenta lo studio del Maestro Alberto Serarcangeli   che lo introduce alla pittura ad olio e alla stampa d’arte. Lasciato l’impiego, segue (2016) i laboratori di Xilografia, Acquaforte e Tecniche miste della Stamperia del Tevere in Roma, associazione con cui inizia a collaborare fino al 2018 quando partecipa, come socio fondatore, alla nascita dell’Associazione Stamperia Ripa 69.

Usama Saad

Usama Saad (Il Cairo 1963), illustratore e incisore.

Dal 1995 Usama Saad ha frequentato la scuola di incisione di Ernesto Nino Palleschi, docente all’Accademia di Pisa. Attualmente è membro attivo del Print Center of New York e del Mathaf: Arab Museum of Modern Art a Doha (Alqatar). Dal 2010, collabora con il Centro Sperimentale d’Incisione Stamperia del Tevere. Prelevando dal suo Paese d’origine, l’Egitto, elementi aniconici, scritture coraniche, gusto decorativo, e assumendo dal linguaggio occidentale il valore della forma, Usama ha ideato un’iconografia caratterizzata da una personalissima contaminazione estetica. Figure umane e animali fantastici, idoli misteriosi e simboli esoterici creano in tal modo un linguaggio vicino a quello alchemico e surrealista.

Vedi le opere di Usama su www.usama-saad.com